Sagra di Sant'Antonio a Santo Stefano Medio
Events

Sagra di Sant’Antonio a Santo Stefano Medio

Sagra di Sant'Antonio a Santo Stefano Medio a Messina

XIV Edizione Sagra di Sant’Antonio Abate, sabato 26 gennaio 2019 a Santo Stefano Medio, caratteristico villaggio messinese situato alle pendici dei monti Peloritani e diviso in due parti dal torrente S. Stefano. 

La manifestazione si svolge in occasione dei tradizionali festeggiamenti in onore di Sant’ Antonio Abate che si svolgono dal 13 al 17 gennaio. Durante la serata è possibile degustare maccheroni al sugo di maiale, panini con salsiccia e con porchetta, frittolata, prodotti tipici dop, dolci tipici e vino locale. La serata è allietata da musica, canti e balli tradizionali.

Festa di S. Antonio Abate. Nel pomeriggio del giorno successivo alla festa si svolge la processione per le vie del paese che si conclude al calar della sera, dopo la benedizio. Subito dopo si inscena la singolare pantomima de U camiddu e l’omu sabbaggiu” che richiama una moltitudine di folla, meravigliata dagli straordinari effetti luminosi e acustici. I festeggiamenti si concludono con lo spettacolo dei giochi pirotecnici.

Ultima modifica: 2019-01-18 11:17


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Sagra della Sfincia a Montelepre
Events

Sagra della Sfincia a Montelepre

Sagra della Sfincia a Montelepre a Montelepre

XVIII Edizione. Il 6 gennaio tradizionale Sagra della Sfincia di priescia a Montelepre, il dolce tipico monteleprino a forma die” viene preparato con ingredienti semplici: acqua e farina, zucchero, miele e cannella. Annualmente centinaia le persone si ritrovano in piazza Principe di Piemonte per il tradizionale appuntamento.

La sfincia di Montelepre
L’Associazione A.T.M.A., tra le varie iniziative culturali portate avanti in meno di un decennio, ha promosso la valorizzazione della sfincia, dolce tipico. La sfincia è una specialità semplice, infatti in passato, veniva preparata con ingredienti poveri e facilmente reperibili quale acqua e farina, in un secondo tempo vennero introdotti dolcificanti quale miele e poi zucchero ed infine gli aromi come la cannella. Oggi la sfincia viene preparata con impasto di latte, acqua e farina, dolcificata dopo la frittura con zucchero e cannella.

La Sagra della Sfincia di priescia (priescia -premura), è così detta per i tempi minori che si impiegano nella sua preparazione, il procedimento utilizzato è diverso rispetto alla preparazione delle semplici frittelle. L’impasto viene lavorato velocemente in tegame per evitare che si attacchi alla pentola e poi riversato in uno “scanaturi” (piattaforma di legno per impastare), a  questo punto vi si aggiungono le uova e viene lavorato a mano per formare delle piccole sfince a forma di fiocco

Ogni anno, il giorno dell’Epifania, a Montelepre giungono numerosissimi visitatori per assaggiare le sfincie. La sagra è organizzata dall’Associazione Atma di Montelepre (Palermo), riscuote ogni anno tanto successo, grazie alla presenza di numerose persone dei paesi limitrofi che vengono a degustare gratuitamente il dolce tipico.

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2018-12-19 20:49


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

I Tre Re sulla via dell'Olio a Cassaro
Events

I Tre Re sulla via dell’Olio a Cassaro

I Tre Re sulla via dell’Olio a Cassaro a Cassaro

Cassaro – Folclore, arte e falò sulla via dei Tre ReDegustazione di prodotti tipici iblei, Rappresentazione vivente dell’arrivo dei Magi a Betlemme. Nel più piccolo paese degli Iblei, custode di antiche tradizioni, si rinnova una delle manifestazioni più longeve della Sicilia.

Tradizione e Folclore: questi gli ingredienti della manifestazione dei Tre Re – sulla via dell’Olio, che si svolge il 5 e 6 gennaio 2019 nel pittoresco e suggestivo centro storico di Cassaro, già comune UNESCO dal 2005. 

La festa dei Tre Re, che vanta l’iscrizione nel registro delle eredità immateriali della Sicilia, è un’importante ricorrenza che la comunità cassarese propone da diversi anni ai visitatori, grazie al dinamismo di diverse realtà associative e culturali, con il contributo di privati e cittadini, che hanno scommesso sul recupero delle tradizioni locali e sul turismo ecosostenibile, così da non incidere sul bilancio comunale.

Al centro degli appuntamenti la rappresentazione dell’arrivo dei Tre Re dell’Oriente, che vede lo spegnimento delle luci del paese e la presenza della stella che illuminerà il lento cammino dei magi a cavallo, seguiti da un corteo di fiaccole. I magi, dopo aver peregrinato per le strade del piccolo borgo, arriveranno così alla meta: la chiesa Sant’Antonio Abate, dove ad attenderli è il Bambin Gesù.  

La storia dei magi, i misteriosi pagani di cui l’evangelista Matteo narra «dall’Oriente» al cospetto del Figlio di David, viene da lontano. Al pari di tutti gli autentici misteri, il suo significato è inesauribile. I Re Magi erano sacerdoti, saggi e astrologi. Tre sono i doni con i quali i Magi riconoscono Gesù Bambino come sovrano universale (oro), essere divino (incenso) e umanamente mortale (mirra). Tre sono le razze umane delle quali diventano i rappresentanti e sempre tre le età dell’uomo che incarnano. Una visione profetica, che li porta a compiere il primo pellegrinaggio della storia. La loro è una figura “ponte” che unisce i continenti “tra Oriente ed Occidente”. Un cammino lungo la strada dell’olio, tra mito, leggenda e sapori degli iblei.

Ultima modifica: 2018-11-16 20:51
Fonte / Autore: Comune di Cassaro


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Presepe Vivente di Calascibetta
Events

Presepe Vivente di Calascibetta

Presepe Vivente di Calascibetta a Calascibetta

Presepe Vivente di Calascibettasulla via di Betlemme“, Il presepe è organizzato dall’amministrazione comunale, assessorato al turismo, con la collaborazione delle associazioni presenti sul territorio.

Nella splendida location naturalistica che la città di Calascibetta offre, rivive la misteriosa notte che cambiò le sorti dell’umanità. L’itinerario rinnovato, rispetto alle precedenti edizioni, é estremamente panoramico, ricco di aggrottati e scenari narurali che fanno da background ad un paesaggio quasi surreale che rappresenta uno spaccato di vita vera, dove gli oltre 100 figuranti reinterpretano antichi mestieri e in due giorni fanno rivivere l’atmosfera che duemila anni fa si respirava a Betlemme… Una città con le sue contraddizioni… Le Sue frustrazioni e sofferenze… Ma che spera e attende l’arrivo del Messia. Il visitatore verrà accompagnato passo passo all’interno del percorso e si sentirà parte di quel viaggio… Perché vivrà tra la gente di allora… Respirà i profumi di allora… Assagerà i sapori di allora ed alla fine si sentirà profondamente arrichito da un’esperienza che non ha eguali… “

La rappresentazione si svolge nei giorni 4 e 5 gennaio 2019 con apertura alle ore 18.30

Durante il periodo natalizio Mercatini di natatale in P.zza Umberto I il 9, 16, 23 dicembre 2018 e 4,5 gennaio 2019.

Maggiori informazioni e prenotazione gruppi:
contattare i numeri 
0935.1976330 (ass. Pro Loco) calascibettaproloco@gmail.com 

Ultima modifica: 2018-12-19 09:37
Fonte / Autore: Assessore turismo sport e spettacolo, M. Rita Speciale


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Presepe Vivente a Roccella Valdemone
Events

Presepe Vivente a Roccella Valdemone

Presepe Vivente a Roccella Valdemone a Roccella Valdemone

Presepe Vivente a Roccella Valdemone (ME) nel centro storico medievale del paese formato da piccole case e viuzze tortuose.

Durante la manifestazione, nel piccolo borgo che sorge tra l’Alcantara e i Nebrodi, i figuranti proporranno momenti di vita quotidiana creando vere e propie attività artigianali facendo rivivere i vecchi mestieri scomparsi, nel percorso che si snoda tra le stradine si incontreranno i vari personaggi che vengono a rappresentare la natività, oltre alla sacra famiglia faranno parte tra l’altro figure classiche del presepe primi fra tutti i pastori con i propi greggi, i Re magi e veri artigiani (il fornaio, l’oste, il casaro) che prepareranno nell’ambito della manifestazione prodotti tipici locali per farli degustare ai visitatori.  Farà da sfondo il paesaggio naturale che ben si presta alla rappresentazione della natività.

La rappresentazione si svolge il 30 dicembre 2018 a partire dalle 17.

Ultima modifica: 2018-12-19 09:11
Fonte / Autore: Pro Loco Roccella Valdemone


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Presepe Vivente di Giuliana
Events

Presepe Vivente di Giuliana

Presepe Vivente di Giuliana a Giuliana

Durante il periodo natalizio Presepe Vivente nel suggestivo scenario del quartiere Pizzu Prituri. Sotto la rocca illuminata di Giuliana, si rivivrà il miracolo della nascita di Gesù Bambino, insieme al recupero di arti e mestieri della tradizione giulianese e siciliana e alla degustazione di prodotti tipici locali.

Inerpicata sulle dolci vette dell’entroterra siculo, sorge una scheggia di diamante purissimo: su di essa i raggi del sole della potente estate si riflettono e riscaldano muscoli e cuore, mentre le folate di vento del non sempre mite inverno si cristallizzano lubrificando la mente e tenendo vivo e indomito lo spirito. Fiera e preziosa, Giuliana, dall’alto del suo colle, si srotola in ripide stradine che, tra suggestivi scorci di un passato illustre e regale, sono state culla di intere generazioni di uomini, cresciuti e forgiati dalla mollezza di quel sole e dalla durezza di quel vento.

La magia del luogo diventa lo scenario del nostro Presepe Vivente, un ormai annuale ritorno a un passato languido e misterioso. Una manifestazione pensata, e nel filo degli anni fortemente voluta e realizzata, con l’obiettivo di riscoprire, nella cornice della dolce atmosfera Natalizia, alcune nostre tradizioni. La manifestazione diventa l’occasione per ripercorrere sentieri e viuzze da tempo inesplorati, promuovere la diffusione e la valorizzazione dei prodotti agroalimentari e artigianali locali, favorire la partecipazione delle famiglie e condividere con queste un percorso di crescita e conoscenza, rafforzare l’identità culturale, la coesione ed il senso di appartenenza, incoraggiando così, il recupero delle proprie radici e stimolando la riflessione sul mistero di Dio fatto Bambino. .

La cittadina, col maestoso castello di Federico II, che la protegge e le da un’identità, con le sue viuzze, le sue case in pietra e i suoi monumenti, da l’impressione di emergere dal lontano medioevo. Fino al 1185, sul monte dov’è adesso il paese, sorgeva un casale, che apparteneva alla «gens Julia» (da qui il nome). Proprio quell’anno l’imperatore Guglielmo il Buono lo cedette, insieme ad altri casali, al vescovo di Monreale. La sua identità urbanistica, invece, si sviluppa a partire dal XIV secolo, quando Giuliana fu prima dei Ventimiglia e poi dei Peralta.

Nel 1543, l’imperatore Carlo V elevò la cittadina al grado di marchesato. Nel 1640 il paese passò dai Cordona ai Gioeni, fino al 1812, quando venne abolito il sistema feudale. Proprio con la rievocazione storica dello «Status Julianae», avvenuta il 3 agosto 1997, l’intera comunità giulianese ha provato a riappropriarsi della sua memoria, facendo rivivere la solenne cerimonia che, nel 1543, l’elevò da Contea a Marchesato.

Non é solo il castello, ma l’intero centro storico che fa ancora rivivere l’epoca normanno-sveva. Oltre al castello, a Giuliana si possono ammirare tanti altri monumenti: i resti della costruzione araba, chiamata «Cuba», l’ex monastero della SS. Trinità, costruito nel 1655 dai monaci olivetani, la chiesa di San Calogero (XVI secolo), la chiesa di San Nicolò di Bari, chiamata anche Badia, l’ex chiesa degli Agonizzanti (XVII secolo), la chiesa del SS. Rosario (XVII secolo), la chiesa del SS. Crocifisso di impianto barocco e il santuario di Maria SS. dell’Udienza.

In diversi punti del presepe vivinte sarà possibile degustare prodotti tipici della tradizione giulianese.

La IX edizione della manifestazione si svolge nei giorni 29, 30 dicembre 2018 e 5, 6 gennaio 2019.

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2018-11-29 14:38
Fonte / Autore: Pro-Loco “Città di Giuliana”


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Presepe Vivente a Biancavilla
Events

Presepe Vivente a Biancavilla

Presepe Vivente a Biancavilla a Biancavilla

Il Presepe Vivente di Biancavilla: tra suoni, odori e sapori, rivivrete l’atmosfera della Betlemme anno 0. L’associazione Giovanile Mondo Nuovo, composta da circa 100 elementi, si propone da anni di trasmettere, attraverso il teatro e la musica il messaggio del Vangelo. Dopo l’esperienza di diversi musical e concerti in giro per la Sicilia, dal 2015 si è cinentata nell’allestimento di un presepe vivente nel centro storico del paese etneo.

Biancavilla è una cittadina alle pendici dell’Etna a m. 513 di altitudine. La cittadina gode di un clima mite, la principale attività economica è l’agricoltura e pertanto la terra costituisce la base della sua ricchezza. Il territorio circostante, infatti, è ricco di pregiati agrumeti i cui frutti vengono esportati anche all’estero.

La rappresentazione di svolge il 28 e 29 dicembre 2018

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2018-12-04 10:22
Fonte / Autore: ACG Mondo Nuovo


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

La Via dei Presepi a Lentini
Events

La Via dei Presepi a Lentini

La Via dei Presepi a Lentini a Lentini

La Via dei Presepi a Lentini, un progetto che si snoda in tre attivita natalizie Presepi d’Arte casa di babbo natale ed il Presepe vivente ambientato nel 1223, anno in cui San Francesco ideò il primo presepe vivente a Greccio, si svolge nel suggestivo scenario dell’area archeologica del Castellaccio, con esibizioni artistiche e degustazioni di prodotti tipici. L’atmosfera e lo scenario saranno tali da rievocare quella notte, nel percorso i visitatori potranno assaggiare prodotti tipici dell’epoca. 

I ruderi del Castellaccio si trovano a sud di Lentini nella parte meridionale del Colle Tirone. Pur essendo di epoca greca il primo impianto della fortificazione, le notizie documentarie più antiche risalgono al 1223, quando Federico II vi relegò i ribelli agrigentini. Nel 1239, l’imperatore diede incarico al Praefectus aedificiorum, Riccardo da Lentini, di riattare il castello costruendo mura e torri. Il terremoto del 1542 arrecò notevoli danni e tuttavia per molti anni ancora il castello mantenne una funzione importante, quella di carcere del comprensorio. Fino al 1675 conservò la tavola del XII sec.della Madonna Odigitria, che perciò venne detta del castello. Fu distrutto quasi del tutto dal terremoto del 1693.

Villaggio di Babbo Natale nei giorni 8, 15 e 22 dicembre 2018

Presepi d’Arte dall’1 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019

IX Edizione Presepe Vivente la rappresentazione si svolge nei giorni 26 dicembre e 5 gennaio 2018.

Ultima modifica: 2018-11-16 21:27
Fonte / Autore: Associazione Melograno


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Presepe Vivente di Novara di Sicilia
Events

Presepe Vivente di Novara di Sicilia

Presepe Vivente di Novara di Sicilia a Novara di Sicilia

Natale Nel Borgo, Presepe vivente di Novara di Sicilia (ME), appuntamento con la storia, la cultura e le tradizioni del Borgo. Il presepe vivente viene allestito utilizzando un intero quartiere del paese che ben si presta a questo scopo in quanto conserva integra la maglia architettonica con le sue viuzze suggestive ed i suoi angoli unici e particolari, con la presenza di circa un centinaio tra figuranti e comparse.

E’ un viaggio attraverso professioni di ieri e di oggi, attraverso scene di vita vissuta e di vita odierna; le vecchie case vengono riaperte e adibite a scene di vita familiare. Le porte spalancate delle botteghe, agli angoli delle strade, fra le vie del borgo di Novara si aprono scenari che raccontano il mistero della nascita di Gesù. Viuzze ombrose, illuminate da fiaccole, fumo, vivoli e oscurità, senso del mistero e antichità, per scoprire, tra i muri delle piccole case del paese una luce, un calore e poi giungere alla fine a una capanna….ecco la Natività! Caratteristico Presepe vivente, che riporta alla luce antiche tradizioni e mestieri, in un evento ricco di spiritualità. 

Il 6 gennaio l’arrivo dei Re Magi. I giorni delle rappresentazioni degustazioni di prodotti tipici e gastronomia locale “PE’ E SOSIZZA” (pane e salsiccia), “A FASJUADA” (fagiolata), “PURENTA” (polenta), “U PÈ CAUDU ‘CCÙ L’OGLIU NOVU” (pane caldo con l’olio nuovo), “I FRITTUI” (cotiche).

La rappresentazione si svolge nei giorni 24, 26, 29 dicembre 2018 e 5, 6 gennaio 2019.

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2018-11-30 18:59
Fonte / Autore: Associazione di Volontariato l’IMPEGNO S.C.N.


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Presepe Vivente a Piana degli Albanesi
Events

Presepe Vivente a Piana degli Albanesi

Presepe Vivente a Piana degli Albanesi a Piana degli Albanesi

NATALE ARBËRESHË – KRISHTLINDJE TE HORA, settima edizione del Presepe Vivente che si snoda tra le suggestive vie del Centro Storico di Piana degli Albanesi. Quest’anno si amplia includendo il Magico Villaggio di Natale e i Mercatini natalizi durante le giornate del 23, 26, 29, 30 Dicembre 2018.

La magia del Natale oltrepassa i confini naturali per approdare nel territorio di Piana degli Albanesi, la cittadina Arbëreshë che custodisce riti e tradizioni da oltre 500 anni.Storia e tradizione le protagoniste della settima edizione del Presepe Vivente che si snoda tra le suggestive vie del Centro Storico di Piana degli Albanesi 

Quest’anno si respira l’atmosfera degli anni ’50, si alternano case e botteghe, antiche arti e antichi mestieri che mescolandosi con la forte identità degli arbëreshë di Sicilia donano al pubblico forti emozioni storiche, culturali ed eno-gastronomiche in grado di esaltare la tradizione. La peculiarità della passeggiata sarà il visitare la “Casa delle Sarte” per scoprire misteri e segreti che si celano dietro i ricami e gli ornamenti del tipico abito tradizionale arbëreshë e raggiungere la “Casa della Natività” per ammirare il tradizionale abito indossato da una giovane ragazza che interpreta la Vergine Maria.

Dagli scorci naturali che caratterizzano l’ambientazione del Presepe Vivente si prosegue verso il Magico Villaggio di Natale che coinvolge grandi e piccoli attraverso un passaggio epocale proiettato verso paesi e personaggi nordici. Costruito interamente con materiale di riciclo, è il luogo perfetto per stimolare la fantasia e la creatività, come dimostrato dai presepi realizzati in occasione del concorso “Presepe Creativo” (che il pubblico dovrà votare per decretare il vincitore) e dai laboratori elfici che daranno vita ad una vera e propria fabbrica dei giocattoli.

Sotto l’arco illuminato da antichi fanali si prosegue verso i mercati di Natale allestiti all’interno di antiche abitazioni dove si potranno ammirare i manufatti artigianali realizzati con tanta maestria.

Il Natale arbëreshë, voluto dal Comitato dei Festeggiamenti di San Giorgio Megalomartire, il Comune e la Pro Loco di Piana degli Albanesi, le Associazioni Bashkë e Flet, vuole essere un viaggio sensoriale alla scoperta delle bellezze del territorio Arbëreshë.

La VI edizione del Presepe Vivente si svolge nei giorni 23, 26, 29, 30 dicembre 2018 e del 05 e 06 gennaio 2019 dalle 17.00 alle 21.00.

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2018-11-27 21:11
Fonte / Autore: Comitato San Giorgio Megalomartire


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

PRENOTA
Informativa ex D. Lgs. n. 196/03 – Tutela della privacy.I dati personali raccolti con questa scheda vengono trattati per la registrazione al sito, per elaborazioni di tipo statistico, e per l’invio, se lo desidera, di informazioni su attività e servizi de "Il Leone Blu" con modalità, anche automatizzate, strettamente necessarie a tali scopi. Informiamo ancora che la comunicazione dei dati è obbligatoria e l’eventuale rifiuto potrebbe comportare il mancato puntuale adempimento delle obbligazioni assunte dal nostro sito per la fornitura del servizio da Lei richiesto. Titolare del trattamento è "Il Leone Blu". Potrà esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del D. Lgs. n. 196/03 (accesso, integrazione, correzione, opposizione, cancellazione) scrivendo a "leoneblucatania@gmail.com". I dati saranno trattati, per "Il Leone Blu", da addetti preposti alla gestione dell’iniziativa e dall’amministrazione. Consenso – Letta l’informativa, *con la compilazione della presente scheda consento al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella stessa informativa * attraverso il conferimento dell’indirizzo e-mail, del numero di telefax e/o del numero di telefono consento all’utilizzo di questi strumenti per l’invio di informazioni utili.