Events

Sagre estive a Canicattini Bagni

Sagre estive a Canicattini Bagni a Canicattini Bagni

Tradizionali Sagre estive dal 13 luglio al 24 agosto 2019, in occasione della 34° edizione del PALIO SAN MICHELE. Le manifestazioni organizzate dai vari Comitati di Quartiere si svolgono a Canicattini Bagni (SR). Degustazioni di prodotti tipici locali, giochi e sfilate.

PALIO SAN MICHELE, Sfilata in costumi d’epoca. In occasione dei festeggiamenti di San Michele Arcangelo, Santo Patrono di Canicattini Bagni, il Comitato dei Quartieri e il Comitato della festa San Michele come da tradizione da  tanti anni, organizzano la manifestazione del Palio che ha l’obiettivo di rappresentare gli usi e i costumi di fine 800′ locali e valorizzare le bellezze artistiche e patrimoniali del luogo. L’intera manifestazione sarà accompagnata da una serie di Sagre nei quartieri rionali che proporranno prodotti tipici locali.

Sabato 13 luglio 2019  4° Sagra “re crastuna e pipi arrustuti”

A cura del Quartiere Vigna Ri Sarrantino. Degustazione di prodotti tipici locali: panini con la salsiccia e capocollo, caponata e zeppole. Piazza XX Settembre a partire dalle ore 18:00.

Sabato 20 luglio Sagra re Cavateddi al sugo di maiale prodotti tipici locali

A cura del Quartiere Balatazza. Degustazione di Cavatieddi al sugo di maiale rigorosamente fatti in casa con ricetta tradizionale, e panini con salsiccia, nfigghiulate e zeppole. Piazza XX Settembre a partire dalle ore 19.30.

Sabato 27 luglio Sagra dello Spiedino e del Pane cunzato

A cura del Quartiere Priolo. Degustazione di ottimo pane di casa, condito con olio dei nostri agricoltori locali, spiedini di carne, spiedini vegetariani cavati al sugo e vino di casa. In concomitanza della sagra saggio di danza a cura della asd planetaryum. Piazza Borsellino a partire dalle ore 19.30.

Sabato 3 agosto Sagra dei Prodotti tipici Iblei

A cura del Quartiere San Giovanni

Domenica 11 agosto Sagra del Riso e dell’Arancino

A Cura del Quartiere Vadduni. Con l’ausilio di una storica attività commerciale locale conosciuta per le sue prelibatezze, potrete gustare un vasto assortimento di arancini e piatti a base di riso, con ricette uniche nel suo genere, oltre ai prodotti tipici locali. Piazza XX Settembre a partire dalle ore 18:00.

Sabato 17 agosto 15° Sagra della Ricotta
A cura del Quartiere Santuzzo. Si rinnova l’appuntamento con la tradizione del territorio con buon cibo e sano divertimento. Degustazione di ricotta calda, tuma, ‘mfigghiulati, cannoli con la ricotta e zeppole con vino cotto. Chiesa Madre Maria SS. Ausiliatrice in via Umberto a partire dalle ore 19.30.

Sabato 24 agosto Sagra del Cinghiale

A cura del Quatrtiere Pizzu Muru
 

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2019-07-07 20:04
Fonte / Autore: Comitato dei Quartieri


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Vucciria Beer Festival a Geraci Siculo

Vucciria Beer Festival a Geraci Siculo

Feste e sagre in Sicilia
12 / 14 luglio – Geraci Siculo (PA)

Vucciria Beer Festival a Geraci Siculo a Geraci Siculo

Dopo il grande successo riscosso nelle prime due edizioni, torna il “Vucciria BEER FESTIVAL“.

Un evento unico nella sfera madonita. Tre serate all’insegna del buon bere con una vasta scelta di birre artigianali accompagnate da musica dal vivo, dj set & street food che animeranno il borgo di Geraci Siculo. Dal 12 al 14 luglio il corso Vittorio Emanuele sarà teatro di mille bollicine, spettacoli e tanto divertimento.
 

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2019-06-28 13:03


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+



Questo sito contribuisce all’audience del Quotidiano di Sicilia

Events

Saracen’s Street Food a Gliaca di Piraino

Saracen’s Street Food a Gliaca di Piraino

Feste e sagre in Sicilia
12 / 14 luglio – Piraino (ME)

Saracen’s Street Food a Gliaca di Piraino a Piraino

Saracen’s Street Food il 13 e 14 luglio 2019 a Gliaca di Piraino (ME). un evento imperdibile dal gusto unico e Siciliano! Il meglio della Sicilia e dei Nebrodi da gustare tra artisti di strada, gruppi musicali, cultura e show cooking. Tre giorni da vivere appassionatamentetra inebrianti odori, armonia di profumi e sapori del territorio “on the road”, in un percorso lungo 600 mt, ad animare la prima edizione dell’evento dell’Estate pirainese 2019.

Gliaca è una frazione di Piraino, in provincia di Messina. L’abitato si sviluppa lungo la statale 113 Settentrionale Sicula, strada litoranea che collega Messina a Palermo, e ha avuto negli anni ottanta del secolo scorso un notevole incremento grazie anche alla combinazione di vari fattori, quali il territorio pianeggiante, la posizione costiera, la presenza della ferrovia e dell’autostrada A20, la cui uscita “Brolo-Capo d’Orlando est” si trova nelle immediate vicinanze del centro.

Maggiori informazioni


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+



Questo sito contribuisce all’audience del Quotidiano di Sicilia

Events

Festa delle Patate a Sinagra

Festa delle Patate a Sinagra a Sinagra

A Festa di Patati, consueta Festa delle patate a Sinagra Contrada Baronia domenica 7 luglio 2019. 

La manifestazione, che vuole ricordare la festa che a Za’ Cuncetta, proprietaria di un piccolo appezzamento di terreno, organizzava dopo il raccolto delle patate fino agli anni 60, viene organizzata annualmente dall’Associazione Turistica Pro Loco di Sinagra e coinvolge anche i Comuni di Sinagra, Ficarra e Sant’Angelo di Brolo e le rispettive Pro Loco.

In contrada Baronia, un esteso pianoro a circa 800 metri di altitudine, nel comune di Sinagra, ma quasi al confine con S.Angelo di Brolo e con Ficarra, agli inizi del ‘900 pare si coltivassero ottime patate di montagna fino ad alcuni anni dopo la II Guerra Mondiale. La proprietaria, una certa Za’ Cuncetta, donna vulcanica dalle idee innovative, organizzava a conclusione della raccolta di giugno, una grande festa di ringraziamento, con cerimonia religiosa e pranzo a base di patate, coronato da dolci caserecci. La festa durava fino a tarda sera con canti e balli, eventi con cui le società contadine hanno da sempre celebrato il buon fine delle loro attività. Infatti ieri il sacerdote, nell’atto di benedire, ha ricordato come il lavoro eseguito nella pace estenda la bontà anche ai suoi frutti.

Come da programma, in mattinata, si svolgerà la  passeggiata per visitare i diversi palmenti e fontane dislocate nel territorio di Baronia e Mezz’agosto. A seguire, all’ombra delle grandi quercie, i partecipanti potranno gustare il tradizionale pranzo a base di patate da “za Cuncetta”: gnocchi, patate fritte, al forno e ad insalata, il tutto accompagnato da ottimo vino rosso e allietato da canti e balli popolari.

Programma
Incontro ore 9,30 alla sede museale e scuola di ripristino antichi mestieri in C.da Vecchia Marina e visita della stessa;

ore 10,30 inizio passeggiata alla scoperta di antichi palmenti, fontane ed Edicole;

ore 12,30 momento di preghiera nella cappella di Baronia;

ore 13,00 pranzu da za Cuncetta allietato da antiche musiche e ballate.

Maggiori informazioni

Associazione Turistica Pro Loco Sinagra telefono +39 0941595018 

Ultima modifica: 2019-06-10 22:42
Fonte / Autore: Pro Loco comune di Sinagra


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Festa FedEricina a Erice

Festa FedEricina a Erice a Erice

Festa FedEricina” a Erice (TP) dal 28 al 30 giugno 2019Rievocazione storica dell’arrivo a Erice di Federico III d’Aragona, Re di Sicilia, e della moglie Eleonora. Villaggio Medievale – Musici e Sbandieratori – Raduno Regionale – Gran Corteo Regale- Sfilata dei reali con guardie, musici e danzatrici, degustazioni di prodotti tipici ericini medievali, spettacoli itineranti.

Nei giorni della Festa Federicina di Erice, nelle vie del borgo si respirerà un’atmosfera tipicamente medievale con la sfilata in costumi d’epoca del corteo reale, che sarà accolto presso la Porta Trapani da guardie, cavalieri, musici e popolani. All’interno del Castello Torre Pepoli sarà allestito il villaggio medievale, dove si potranno degustare la zuppa medievale, l’Ippocrasso, un vino “speziato” con la cannella tipicamente medievale, mentre gli ospiti saranno intrattenuti con danze, giochi e dimostrazioni di scherma. Per le strade del borgo invece sfileranno i cortei storici, musici, sbandieratori, giocolieri e tamburini.

Si tratta solo di un piccolo assaggio di quanto la città di Erice sa offrire a chi la visita. Ogni strada ogni vicolo del Borgo sarà coinvolto in questi quattro giorni da cortei, sfilate, danze, musici, giochi ed esibizioni, duelli.

Sulla sommità del Monte San Giuliano, in splendida posizione panoramica su Trapani, posa la città di Erice. Erice fu popolata dagli Elimi che vi eressero il tempio dedicato al culto della dea della fecondità e dell’amore, sulle rovine del Tempio sorge ancora oggi il Castello di Venere, fortificato durante la dominazione normanna, adiacente ai giardini del Balio dominati dalle torri medioevali. La città è cinta da mura ciclopiche ai cui vertici si collocano: il Castello Normanno, il Duomo o Matrice, che conserva le forme gotiche trecentesche originarie, con la torre campanaria e le sue delicate bifore e il Quartiere Spagnolo
 

Ultima modifica: 2019-06-07 19:33


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Antica Fiera di S.Pietro e Paolo d’Agrò a Casalvecchio Siculo

Antica Fiera di S.Pietro e Paolo d'Agrò a Casalvecchio Siculo a Casalvecchio Siculo

Antica Fiera di S.Pietro e Paolo d’Agrò a Casalvecchio Siculo 27-30 giugno 2019. Un fine settimana alla riscoperta dei sapori tipici della Sicilia. Come ogni anno l’ultimo fine settimana di giugno, il giovedì, venerdì e sabato sera locande a cielo aperto con Carne di Castrato e rusti e mancia, la domenica mattina Antica fiera, Santa messa in Abbazia e Carne al forno di Castrato da asporto

Una Manifestazione che si ripete ormai da centinaia di anni che coinvolge l’intera riviera e fa rifiorire l’antico borgo Casalvetino di S. Pietro. L’Anfiteatro antistante la meravigliosa perla dell’Arte Normanna, quale è l’Abbazia dei S.S. Pietro e Paolo d’Agrò a Casalvecchio Siculo diverrà un’accogliente locanda all’aperto ove ciascuno potrà accomodarsi e degustare le tipiche e gustose pietanze casalvetine a base di carne di Castrato e Sapori tipici come Maccheroni al Ragù e Dolci Caserecci .

L’ANTICA FIERA DI S.PIETRO è un mercato che si svolge sin dai tempi più remoti ed infatti un tempo era uno dei più importanti di tutta la Sicilia, durava ben undici giorni e si poteva acquistare di tutto: dagli animali ad ogni altro tipo di mercanzia. Dal mattino sarà possibile visitare l’Antica Abbazia Normanna dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò dove sarà officiata la S. Messa. a seguire degustazione delle Specialità tipiche della Manifestazione.

Come raggiungere l’ Abbazia S. Pietro e Paolo d’Agrò – Casalvecchio Siculo (ME):

Autostrada Catania-Messina – Uscita TAORMINA – proseguire sino a S.Teresa di Riva – Uscita ROCCALUMERA – proseguire sino a S. Teresa di Riva

È poi facilmente raggiungibile percorrendo

o Strada per Rina/S. Francesco di Paola e Seguire la Segnaletica. “Abbazia S. Pietro e Paolo”

o Strada Provinciale x Casalvecchio Siculo, superare il Centro Abitato e seguire la segnaletica “Abbazia S. Pietro e Paolo”

Si Garantisce AMPIO PARCHEGGIO.

Per informazioni : jennyla76@gmail.com – 338.3011547 – 0942.792082 PRO LOCO CASALVECCHIO SICULO

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2019-06-17 21:23
Fonte / Autore: Pro Loco Casalvecchio Siculo


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Delizie siciliane a Monreale

Delizie siciliane a Monreale a Monreale

Delizie Siciliane” a Monreale nei giorni 22 e 23 giugno 2019 presso il Collegio di Maria in Piazzetta Vaglica. Arte, artigianato e degustazioni all’insegna del Made in Sicily.

L’evento è organizzato dall’associazione CreArt Eventi di Monreale, che promuove la valorizzazione dell’artigianato creativo e dei prodotti tipici alimentari provenienti dai paesi dell’Isola. Sarà possibile ammirare una spettacolare Mostra d’artigianato locale e deliziare il palato gustando i prodotti tipici di alcune aziende siciliane come le “Cuddriredde di Delia “ un dolce tipico della provincia di Caltanissetta, Succo di frutti esotici e locali come la papaya e il melograno, il croccante, il paté ai pistacchi o ai finocchietti, le marmellate i dolcetti le bruschette il miele e tanto altro ancora.

Ultima modifica: 2019-06-21 13:50
Fonte / Autore: Associazione CreArt Eventi


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Festa di San Calogero a Petralia Sottana

Festa di San Calogero a Petralia Sottana a Petralia Sottana

Consueto appuntamento del 18 giugno a PetraliaSottana (PA), centro montano a mille metri sulle Madonie, per la festa patronale dedicata al Santo Eremita, il Bel Vecchio, questa è l’etimologia della parola Calogero. La festa è preceduta dalla tradizionale “Sittina a San Calò” celebrata la mattina presto, dall’11 al 17 del mese di giugno, nella Basilica Madre straripante di fedeli. Nei due giorni di festa, secondo una consuetudine consolidata, si svolgono i riti religiosi con la tradizionale fiaccolata della vigilia e la solenne processione del Simulacro per le vie principali del paese parato a festa, come pure la Basilica.

Il Corso Paolo Agliata gremito di gente che passeggia tra le colorate bancarelle dei venditori ambulanti. Le campane suonano a festa con i colpi di mortaio che alla vigilia e il giorno 18, scandiscono i nove rintocchi del campanone accompagnati da “a scampaniata” e da “a maschiata forti”. Nel pomeriggio, in un clima di gran festa, il pesante fercolo, “A Vara”, viene portato a spalla da uomini vigorosi percorrendo le vie principali del paese con i fedeli scalzi per voto a chiedere dispense e miracoli, mentre una moltitudine di gente e devoti commossi acclamano il Santo Patrono di Petralia Sottana esclamando a gran voce: “Lodamu e ringraziamu lu Santissimu Sacramentu Evviva San Calò”. A precedere il simulacro, ci sono i giocolieri deU palu i San Calò”, detto anche “Stinnardu cu i cianciani” fatto girare e volteggiare in aria da giocolieri esperti. L’evento religioso è ricco di una mescolanza di tradizioni cristiane e pagane che si tramandano da anni e che affondano le proprie radici nelle eredità culturali lasciate dalle dominazioni che si sono succedute al meridione.

Per maggiori informazioni: www.comune.petraliasottana.pa.it

Ultima modifica: 2016-01-29 18:33


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Festa San Calogero a Cesarò

Festa San Calogero a Cesarò a Cesaro
A Cesarò, in provincia di Messina, i festeggiamenti in onore del Santo patrono del paese, S. Calogero si svolgono due volte l’anno nei giorni 18 giugno e 21 agosto. La prima data coincide con il calendario liturgico ed è la ricorrenza effettiva del Santo. La seconda data ha un valore simbolico, poiché è sorta come festa di ringraziamento per l’avvenuta raccolta granaria; essendo l’economia cesarese, specialmente nel passato, del tutto basata sull’agricoltura e la pastorizia. Nell’ambito dei festeggiamenti di agosto, in onore del Santo Patrono, si svolge la manifestazione folkloristica del Palio di Cesarò, richiamando fantini di tutta la Sicilia e costituendo occasione di confronto sul campo di razze equine diverse.

Il Santo in Processione
Le due Feste annuali di San Calogero sono precedute dalla fiera del bestiame, che si tene rispettivamente nei giorni 16 e 17 giugno e 19 e 20 agosto. I festeggiamenti in onore del Santo Patrono alternano celebrazioni e riti religiosi, quali il triduo, la processione delle reliquie e quella della statua del Santo, seguite dai cesarei con profonda devozione, a manifestazioni prettamente laiche, come giochi di società (pentolaccia, tiro alla fune, palo della cuccagna, caccia al tesoro,ecc.), il palio, concerti canori; il tutto corredato dalle sfilate della locale banda musicale,dagli spari dei mortaretti e dei fuochi d’artificio.

Ma i momenti più belli della festa sono senz’altro quelli legati alla tradizione: La Questua, le pisate e la corsa del fercolo, trainato dai ragazzi.  La questua si effettua nei giorni immediatamente precedenti la festa, durante i quali i componenti della commissione girano per le vie del paese, seguiti dalla banda musicale, bussando a tutte le porte per raccogliere le offerte. Oggi si tratta di offerte in denaro, ma fino a qualche decennio fa i contadini erano soliti donare al Santo una certa quantità di grano:ciò rendeva indispensabile l’utilizzo, per il trasporto del grano nei magazzini, di muli bordati a festa.  Un’altra usanza tradizionale è “a pisata“, che avviene per lo più, durante i festeggiamenti di agosto.  Anticamente ogni coppia di sposi novelli, di ambiente contadino, prometteva a san Calogero un’offerta in grano equivalente al peso del primo maschietto che avessero avuto.

Assieme alla Fiera di bestiame si svolge la vendita di tessuti, di calzature, di terraglia, di ferrarecci, di oggetti domestici e arnesi da lavoro, di attrezzi agricoli e di bardature e finimenti per gli animali da carico; e poi di monili e giocattoli, di dolciumi e leccornie di vario tipo; ed ancora di merce idonea ad ogni uso e consumo. 

Per maggiori informazioni: www.comune.cesaro.me.it

Ultima modifica: 2016-01-29 18:19


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


Events

Festa della Madonna delle Milizie a Scicli

Festa della Madonna delle Milizie a Scicli a Scicli

Festa in onore della patrona Madonna delle Milizie e rievocazione storica a Scicli,  in programma ogni anno l’ultimo sabato di maggio, quest’anno si terrà sabato 15 giugno 2019.

La Festa della Madonna delle Milizie è una sacra rappresentazione del fatto d’arme del 1091 tra i Normanni del Gran Conte Ruggero d’Altavilla e i Saraceni guidati dall’emiro Belcane.

La Festa della Madonna a Cavallo o Battaglia delle Milizie si svolge generalmente l’ultimo sabato del mese di maggio durante il quale si venerano ancora oggi un dipinto settecentesco e una statua che raffigura la Vergine con spada in pugno e corazza addosso, su un bianco cavallo rampante bardato a guerra.
In occasione della festa è possibile assaggiare le Teste di Turco, particolari dolci sciclitani.

La ricorrenza è una delle più sentite dagli sciclitani e rappresenta la vittoria dei Normanni sui Saraceni che si fa risalire all’anno 1091 per opera di Ruggero d’Altavilla, conclusasi con la liberazione di Scicli dal dominio saraceno. Si narra che la battaglia finale fu vinta dai Cristiani per l’intercessione della Vergine Maria scesa su un bianco cavallo a difesa di Scicli. La rappresentazione teatrale vede fronteggiarsi gruppi di Turchi (i Saraceni) contro gruppi di Cristiani (i Normanni). Dopo lunghe trattative sul controllo del territorio, si addiviene ad una battaglia. La Battaglia simulata si conclude, quindi, con l’intervento miracoloso della Vergine Maria, che, scesa dal Cielo in groppa ad un Bianco Cavallo, libera la città dall’assedio straniero.

Il momento più atteso è la rappresentazione della moresca, il sabato, in cui vengono ricostruiti i luoghi della battaglia e dove attori in costume d’epoca, ripercorrono i momenti salienti fino all’intervento della Vergine Santa che libera la città dall’assedio straniero. La Festa delle Milizie è nota in tutto il mondo per essere l’unica manifestazione in cui si commemora la discesa della Vergine a cavallo, che, armata di spada, salvò gli sciclitani dalle incursioni saracene. La leggenda narra che la vittoria dei cristiani avvenne grazie all’apparizione della Madonna guerriera, evento che determinò la decisione di Ruggero di far costruire una chiesa in onore della Madonna delle Milizie.

L’evento è ricordato dagli sciclitani con la rievocazione dalla battaglia con due gruppi che simboleggiano i cristiani e i saraceni pronti a darsi battaglia su un grande palco in piazza Italia. La festa è arricchita da una grande fiera, dalla processione della statua della Madonna e dal pellegrinaggio fino al Convento delle Milizie dove, pare, apparve la Madonna in aiuto dei normanni.

Durante i giorni della festa si svolgono manifestazioni collaterali come la Sagra delle Teste di Turco, dolce tipico sciclitano per eccellenza, con evidente riferimento proprio alla battaglia che ispira la festa, ed eventi duranti i quali è possibile degustare prodotti tipici.

Maggiori informazioni

Ultima modifica: 2019-03-23 11:40
Fonte / Autore: Comune di Scicli


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+


PRENOTA
Informativa ex D. Lgs. n. 196/03 – Tutela della privacy.I dati personali raccolti con questa scheda vengono trattati per la registrazione al sito, per elaborazioni di tipo statistico, e per l’invio, se lo desidera, di informazioni su attività e servizi de "Il Leone Blu" con modalità, anche automatizzate, strettamente necessarie a tali scopi. Informiamo ancora che la comunicazione dei dati è obbligatoria e l’eventuale rifiuto potrebbe comportare il mancato puntuale adempimento delle obbligazioni assunte dal nostro sito per la fornitura del servizio da Lei richiesto. Titolare del trattamento è "Il Leone Blu". Potrà esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del D. Lgs. n. 196/03 (accesso, integrazione, correzione, opposizione, cancellazione) scrivendo a "leoneblucatania@gmail.com". I dati saranno trattati, per "Il Leone Blu", da addetti preposti alla gestione dell’iniziativa e dall’amministrazione. Consenso – Letta l’informativa, *con la compilazione della presente scheda consento al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella stessa informativa * attraverso il conferimento dell’indirizzo e-mail, del numero di telefax e/o del numero di telefono consento all’utilizzo di questi strumenti per l’invio di informazioni utili.